CAE 1 – Che cos’è?

CAE 1 – Controllo Affidabilità ed Equilibrio

E’ da un po’ di tempo che si sente parlare nell’ambito della cinofilia, di questo termine, o per meglio dire, di questa sigla: il CAE 1. Ma che cos’è? Come funziona? Dove si fa? Che si deve fare?

Proviamo a rispondere a queste domande.

Che cos’è?

Il CAE-1, dove CAE sta per “Controllo Affidabilità ed Equilibrio”, è (citando regolamento ENCI) un test di controllo dell’affidabilità e dell’equilibrio psichico dei cani nonché della capacità di controllo da parte del conduttore. Questo test mira a certificare un cane socialmente affidabile e senza problematiche di comportamento, prendendo in considerazione il binomio cane-conduttore nella vita quotidiana.

L’obiettivo di questo test è di certificare soggetti socialmente affidabili e che non presentino problematiche legate al comportamento, nelle relazioni di vita quotidiana.

Che cosa deve fare il cane?

Praticamente niente: deve solo essere semplicemente un cane equilibrato, amichevole e avere un buon rapporto con il suo compagno.

Ci sono comunque una serie di prove da eseguire con il proprio cane, che non sono altro che la rappresentazione di alcune scene della normale vita quotidiana.

La prima prova consiste nel passaggio di persone a diverse andature (passo normale, passo svelto…) a poca distanza dal cane. Seguono il passaggio di una bicicletta, quello di una persona che spinge un passeggino e quello di una persona che conduce un cane di sesso opposto a quello dell’esaminando. Infine passa uno jogger di corsa. Durante tutti questi esercizi è consentito dare dei “comandi” (anche ripetuti) al cane.

Terminata questa prima parte, il conduttore deve spazzolare il cane, esaminargli le zampe, insomma manipolarlo: il cane deve rimanere tranquillo e mostrare docilità.

Poi si cammina con il cane al guinzaglio e si incrociano da due a quattro “passanti”, uno dei quali deve sfiorare il cane; almeno uno di essi deve avere anche un abbigliamento inusuale (cappelli, mantelli o simili).

Segue la prova del giornale: si passa con il cane davanti a un operatore seduto su una panchina, che si alza improvvisamente scuotendo le pagine del giornale che sta leggendo e taglia la strada al binomio.

A seguire, una persona si avvicina al binomio, scambia qualche parola con il conduttore e gli stringe la mano.

Infine, l’ombrello, che viene aperto in prossimità del cane, poi sollevato, riabbassato e richiuso. Al termine l’operatore si allontana picchiettando l’ombrello sul terreno.

That’s all: al cane viene chiesto solo di restare tranquillo e buono in prossimità del proprio conduttore. Vengono penalizzate le reazioni aggressive, quelle di timore/paura e la perdita di controllo.

Sono disponibili 10 punti per ogni esercizio, per un totale di 100 punti: il punteggio minimo per il superamento del CAE-1 è di almeno il 50% in ciascuno esercizio ed il 70% del totale dei punti disponibili.

Il cane non deve essere una moda e soprattutto non deve rappresentare ciò che noi non riusciamo ad essere!

Pur essendo comunque un animale, è anche un membro della nostra famiglia e come tale deve ricevere i giusti insegnamenti che gli permettano di rapportarsi con l’ambiente circostante in modo equilibrato e piacevole.