Arriva l’estate: attenzione al colpo di calore

Colpo di Calore: come dobbiamo difendere il nostro cane?

Con l’arrivo dell’estate e dell’eccessivo aumento delle temperature, la nostra pressione è messa a dura prova. Figuriamoci quella dei nostri amici a 4 zampe che, non potendo sudare, sono vittime frequenti del colpo di calore. Per prima cosa dobbiamo dire che il colpo di calore, può venire sempre al nostro pet, ma certo è che in estate il rischio è sicuramente più alto.

Risultati immagini per cane colpo di calore

Sapete riconoscere i sintomi di un colpo di calore? Sapete cosa fare? Sul web ci sono miliardi di articoli dove si parla del colpo di calore e dove si cerca di rispondere a queste domande. Noi proviamo a riassumere un po’ di concetti.

I cani regolano la propria temperatura corporea respirando con la lingua fuori dalla bocca e attraverso una leggera traspirazione delle zampe. Hanno pochissime ghiandole sudoripare e quindi il loro corpo non si raffredda a sufficienza. La respirazione con la lingua fuori, inoltre, provoca l’evaporazione dell’acqua corporea, causando quindi una grande perdita di liquidi.

Ci sono delle accortezze da tenere sempre presente, che a volte possono sembrare scontate, ma considerando che, se si continua a parlare di questo argomento, forse così scontate non sono. Prima cosa tra tutte è assicurarsi sempre che il cane non rimanga esposto a lungo al sole, specialmente nelle ore più calde della giornata. E’ necessario che il nostro amico abbia sempre a sua disposizione una quantità d’acqua sufficiente.

Inutile dire che, nelle giornate molto calde, lasciare il cane chiuso in auto, equivale a commettere un omicidio. La temperatura interna di un auto aumenta in maniera velocissima, e può raggiungere 50°C in meno di mezz’ora. E’ necessario anche limitare le passeggiate durante le ore più calde della giornata, prediligendo invece di fare delle belle e lunghe uscite al mattino o alla sera, quando le temperature sono più basse e il sole meno cocente.

I segnali del Colpo di Calore

Per evitare il peggio, con malesseri anche gravi, è bene non lasciare gli animali per troppo tempo al sole e riconoscere subito i campanelli di allarme. Quali sono i segnali più comuni? Se vomita, ha attacchi di diarrea, è apatico, respira affannosamente, ansima, sbava o è in iperventilazione è il caso di correre rapidamente ai ripari.

In caso si pensi che il nostro cane stia per avere un colpo di calore occorre spostare l’animale in un posto fresco, ombreggiato e possibilmente ventilato, portandolo via dal caldo più forte. Poi occorre abbassare la temperatura corporea applicando un panno bagnato con acqua fresca (ma non ghiacciata) su testa, collo, gola e zampe. Mentre si applica il panno bagnato fresco è opportuno massaggiare il cane delicatamente per favorire il ripristino della corretta circolazione sanguigna. Dirigersi il prima possibile da un veterinario per un check-up che escluda complicazioni. Prevedere almeno un paio di giorni di riposo assoluto in un ambiente fresco senza sottoporre il cane a ulteriori stress.

Cerchiamo di usare la testa quando portiamo il nostro cane in passeggiata durante queste giornate calde. Chiediamoci se sia davvero necessario portarlo in giro alle 15.00 del pomeriggio con 35°C, perchè vogliamo che venga a “vedere vetrine” con noi… Un’attenta attenzione verso il nostro amico… può salvargli la vita!